MOTIVAZIONE E OBIETTIVI

Motivazione e obiettivi sono strettamente legati tra loro. La motivazione è il desiderio di fare qualcosa, una spinta interiore che ci sostiene fino al raggiungimento di un obiettivo. 

Fondamentale per la motivazione è il fatto di non lasciare questi pensieri dentro la nostra testa, ma di trasferirli in comportamenti. Qualche volta non riusciamo ad iniziare, rinviamo. Oppure cediamo a metà del percorso o veniamo sopraffatti da un senso di apatia.

Per ogni obiettivo, ci sono dei benefici che ci aspettiamo di ricevere e allo stesso tempo costi da sostenere. Motivazione e obiettivi ci permettono di raggiungere benefici nel raggiungere un obiettivo, ma anche altrettanti costi.

Valutare costi e benefici non è sempre semplice. Possono cambiare da momento a momento, a seconda del nostro stato. Quello che può apparire come un beneficio in un contesto, può essere meno importante in un altro.

Inoltre costi e benefici sono soggettivi. Quello che una persona può vedere come un costo, per un’altra persona può essere irrilevante. In sintesi, non c’è un approccio buono per tutti alla motivazione. È molto personale.

Se vuoi qualcosa e la vuoi davvero, allora  arriverà. Ma devi crederci fino in fondo, metterci l’impegno, la voglia, la decisione e la grinta.

Motivazione significa “motivarsi all’azione”; è l’espressione dei motivi, delle ragioni, dei sogni e dei perché che inducono un individuo a una determinata azione.

Trova quella cosa in cui vuoi essere il migliore e quando l’hai trovata dagli una forma, una dimensione, un colore. Se puoi dagli un profumo, un suono, un gusto. Rendila animata, ingrandiscila. Visualizza te stesso mentre riesci a fare quella determinata cosa.

Quindi cosa possiamo fare per aumentare la nostra motivazione?

Gestire efficacemente il tempo e la pianificazione. Il tempo è prezioso e sprecarlo con interruzioni e rinvii rende più difficile averne per raggiungere gli obiettivi.

Non cadere nella trappola del sottrarre valore agli obiettivi lontani. Ricordiamo che obiettivi lontani nel futuro sono irrazionalmente ridotti di valore; è invece importante darci un riconoscimento quando ci stiamo motivando verso un obiettivo a lungo termine.

Suddividere grandi obiettivi in piccoli obiettivi, per renderli meno faticosi da raggiungere. I costi percepiti della motivazione sono spesso legati allo sforzo, alla quantità di lavoro che occorre. Suddividere in piccoli obiettivi significa avere porzioni più piccole da gestire e quindi ponderare meglio costi e benefici.

Coltivare l’apprendimento, la curiosità e l’entusiasmo. Occorre ricordarsi che apprendere, essere curiosi ed entusiasti sono collegamenti alla motivazione.

Sfruttare il potere curativo della natura. La motivazione non significa lavorare senza alcuna interruzione fino a che non si è raggiunto l’obiettivo. Abbiamo bisogno di prenderci delle pause durante il percorso e sfruttare la natura, col suo potere ristoratore che può aiutarci a rinforzare il nostro focus.

Gestire le aspettative. La motivazione si basa su quanto ci aspettiamo in termini di costi e benefici. Se le nostre aspettative non sono realistiche, potremo essere sorpresi o delusi.

Focalizzarsi sui benefici esterni quando necessario. Quando sentiamo che troviamo a fatica una motivazione interna da legare a un obiettivo, possiamo scrivere una lista di benefici esterni che si ottengono dal fare qualcosa.

Trovare il modo di rendere il tutto più divertente. Non tutti gli obiettivi sono divertenti, se troviamo il modo di renderli tali, questo aiuterà il lato della nostra motivazione riguardante i benefici.

 

Vuoi raggiungere i tuoi obiettivi e ritrovare la giusta motivazione? Richiedi informazioni per partecipare ai nostri corsi.

FINANZIAMENTI A FONDO PERDUTO ENASARCO

 

PRESENTAZIONE DBSOFT